Glossario dei comportamenti devianti online a cura del ministero della giustizia

iGloss@ 1.0

Voluto dall’Ufficio studi, ricerche e attività internazionali del Dipartimento giustizia minorile in collaborazione con l’IFOS Master in Criminologia clinica e Psicologia giuridica, nell’ambito di un progetto di ricerca sulle nuove forme della devianza e della criminalità online in età evolutiva, il lavoro è curato da Isabella Mastropasqua, Valeria Cadau e Luca Pisano. Il progetto si avvale della collaborazione di numerosi esperti nazionali e internazionali e del sostegno scientifico del WiredSafety Inc., organizzazione americana fondata dall’avvocato Parry Aftab, una tra le più importanti autorità al mondo nel settore della sicurezza digitale.

Si chiama iGloss@ 1.0, perchè si riferisce alla figura retorica dell’ossimoro e quindi all’abbinamento di termini in forte antitesi tra loro: da una parte la modernità con le particelle “i” (presente nei più famosi device) e “@” (la chiocciolina del mondo online), dall’altra la tradizione con i sostantivi “γλῶσσα” e “abbecedàrio”, il libro che Pinocchio usava per imparare a leggere. Poiché è inevitabile che nel tempo sarà necessario aggiornarlo e arricchirlo, introducendo nuovi termini e spiegazioni dei fenomeni, è stata pensata una numerazione delle edizioni che parte dalla versione base 1.0.

 

Informazioni su Cyberbullismo

Il Centro Nazionale di Documentazione e Ricerca Educativa sul Cyberbullismo (CE.N.D.R.E.CY) ha compiti di ricerca, monitoraggio, documentazione, sperimentazione e formazione in campo psicoeducativo riguardo ai temi del bullismo online, della violazione della privacy e della tutela dei dati personali, stimolando lo scambio e la collaborazione tra studiosi ed enti che condividono la mission.

I commenti sono chiusi.