Il patron di Facebook, Mark Zuckerberg, non più di una settimana fa scriveva una lunga lettera, vero e proprio testamento autocelebrativo del social personale, in cui poneva l’attenzione sulla drammaticità dei suicidi presentati in rete e la violenza dei messaggi.

“Bisogna unire l’umanità: solo con una comunità globale potremo vivere in pace e prosperità. Algoritmi sempre più sofisticati oscureranno i siti terroristi, ma contro l’odio social ci vorranno molti anni. E le bufale non si combattono solo con la censura: ecco il mio piano”Oggi stiamo lanciando nuovi strumenti per aiutare le persone che possono pensare di suicidio, e per gli amici e parenti che vogliono aiutare”.

facebook

Ai principi “slogan” seguono tuttavia conclusioni scoraggianti: “non è facile al momento filtrare i messaggi di odio e violenza e che è necessaria una tecnologia ancora più avanzata per farlo: “Cominceremo ad occuparci di alcuni aspetti nel 2017, ma per altri non sarà possibile per molti anni”.

Adesso ieri con un post sul suo social pone ancora con forte enfasi il tema del suicidio, confermando il desiderio di utilizzare i “suoi” strumenti per “proteggerci a vicenda“.

Scrive: Il suicidio è la 2° principale causa di morte per 15-29 anni. Prevenire il suicidio e ‘complicato, ma gli esperti dicono che uno dei modi migliori per aiutare chi è se qualcuno è in difficoltà sente da persone che tengono a loro. Quando qualcuno sta pensando di suicidio o facendo del male a se stessi, che già abbiamo strumenti che lasciano gli amici a contattarli direttamente o segnalare un post a noi così possiamo aiutare. Ma con miliardi di post, commenti e messaggi ogni giorno, siamo limitati da quello che la gente relaziona a noi. Come risultato, ci sono stati terribilmente tragici eventi — compresi i suicidi, alcuni live streaming — che avrebbe potuto essere evitati se qualcuno avesse capito cosa stava accadendo, prima”.

Il titolare di faceboook comunica come si stanno si “testando modi per utilizzare l’intelligenza artificiale per trovare i modelli dei post che sono stati segnalati per suicidio e rendere più facile individuare post simili – anche se una denuncia esoplicita di un amico“.

Ed ancora: “Mantenere la sicurezza della nostra comunità è una parte importante della nostra missione, e una parte importante di come noi faremo il nostro progresso, andando avanti. C’ è ancora molto da fare”.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...