Circa 800 milioni di ragazzi nel mondo sono esposti a forme digitali di violenza e abuso, cyberbullismo, sexting e adescamento on-line.

In occasione del Safer Internet Day 2018 Sos Telefono Azzurro ha organizzato il 5 febbraio  una due giorni di dibattito e confronto nella città di Milano (e Roma), per sensibilizzare gli interventi per la sicurezza in rete dei bambini e degli adolescenti. Nello stesso evento ha presentato i dati della nuova ricerca SPETT-ATTORI DEL WEB” realizzata con DOXAKIDS suun campione di 1200 bambini riguardo l’esperienza dei ragazzi in rete.

“Si fa ancora troppo poco in Italia e soprattutto si fa fatica a portare la tematica legata alla sicurezza dei bambini e degli adolescenti in rete, come il sexting e il cybebullismo, tematiche complesse e dalle mille sfumature, su tavoli specifici: tramite il sexting, ad esempio, gli adolescenti trovano un modo spesso efficace di esprimere se stessi e attirare l’attenzione senza tuttavia avere la consapevolezza delle possibili conseguenze che la condivisione in rete di immagini e video intimi e privati può avere a breve e lungo termine. (…). Oggi – afferma il dott. Ernesto Caffo, presidente di Telefono Azzurro) il nostro strumento migliore per la tutela dei bambini e degli adolescenti è il numero gratuito 1.96.96, attivo tutti i giorni dell’anno, 24 ore su 24, oppure la nostra chat, tutti i giorni dalle 16.00 alle 20.00, accedendo al sito http://www.azzurro.it e cliccando su “ch@tt@ con Telefono Azzurro!”, un filo diretto e continuo con i bambini e adolescenti che mettiamo a disposizione”

Fonte – Osservatorio Cyberbulllismo – Repubblica

Noi, come adulti, continua il dott. Caffo,  dobbiamo comprendere i fenomeni e trovare, d’accordo con le grandi piattaforme, le soluzioni per anticipare i problemi

Nello stesso evento Milanese telefono Azzurro ha presentato la “Carta di Milano per la Dignità del minore nel mondo digitale”, sottoscritta dall’assessore alla Trasformazione digitale del Comune di Milano Roberta Cocco.  I 10 punti della carta prevedono impegni concreti tra cui:

  1. Procedure di segnalazione e di intervento
  2. Sviluopo di soluzioni innovative
  3. Sistemi di sicurezza e protezione per i bambini sui dispositivi mobili
  4. Protezione dei bambini all’esposizione di materiale pornografico
  5. Protezione dei dati

,

Informazioni su Cyberbullismo

Il Centro Nazionale di Documentazione e Ricerca Educativa sul Cyberbullismo (CE.N.D.R.E.CY) ha compiti di ricerca, monitoraggio, documentazione, sperimentazione e formazione in campo psicoeducativo riguardo ai temi del bullismo online, della violazione della privacy e della tutela dei dati personali, stimolando lo scambio e la collaborazione tra studiosi ed enti che condividono la mission.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.