help-web-beato-francesco

Internet è una porta aperta dalla quale si può uscire per andare in tutto il mondo, ma da quella stessa porta può chiunque entrare. La Rete, purtroppo, è sede anche di malintenzionati che possono utilizzare tale fondamentale strumento di comunicazione per finalità illecite, dannose e soprattutto pericolose.

“Internet ha trasformato il bullismo in un fenomeno capace di devastare una vita con le sole parole…Il bullismo inizia e finisce offline…dobbiamo essere consapevoli che i nostri figli oggi hanno a disposizione  un’infinita gamma di piattaforme attraverso le quali possono fare e farsi male” (Nancy Willard, direttore del Center for Safe and Responsible Internet Use degli Stati Uniti).

  • Se ritieni di essere in pericolo chiedi aiuto!

@Facebook

Sul social Facebook ti ricordiamo di segnalare i post, i gruppi o le pagine in cui sei vittima di cyberbullismo e anche il cyberbullo: segui le indicazioni che trovi qui. Fai riferimento anche alla piattaforma di prevenzione contro il bullismo messa a disposizione da Facebook.

Diversamente, il servizio Hotline si occupa di raccogliere e dare corso a segnalazioni, inoltrate anche in forma anonima, relative a contenuti pedopornografici e altri contenuti illegali/dannosi diffusi attraverso la rete. I due servizi messi a disposizione dal Safer Internet Center sono il “Clicca e Segnala” di Telefono Azzurro e “STOP-IT” di Save the Children. Una volta ricevuta la segnalazione, gli operatori procederanno a coinvolgere le autorità competenti in materia.

cliccaessegnala1cover_19696_0

stopit

Il Comitato regionale per le comunicazioni della Lombardia ha progettato e dato vita allo Sportello Help Web Reputation Giovani, un servizio totalmente gratuito rivolto ai cittadini lombardi (esclusivamente persone fisiche) che riscontrano problemi in merito alla propria reputazione digitale. Scopo dello sportello è quello di aiutare concretamente gli utenti della “Rete” nella tutela della propria web reputation.

A tal fine, il Corecom Lombardia attua una valutazione preliminare che consente di distinguere (ed eventualmente segnalare) i casi di competenza dell’autorità giudiziaria. Per tutti quelli in cui sia possibile intervenire direttamente, il Corecom mette a disposizione degli interessati, operatori in grado di rispondere alle richieste di intervento relative alla comparsa di notizie, immagini, video e commenti, ritenuti offensivi della propria dignità, su testate giornalistiche online, blog, forum, social media.

banner_WR_04

Attraverso questo link http://www.unar.it/ potrete accedere al contact center dell’UNAR e segnalarci episodi di incitazione all’odio sul web. Il contact center UNAR, raggiungibile tramite servizio telefonico gratuito al numero verde 800 901010 ed anche via web all‘indirizzo www.unar.it, provvede a raccogliere segnalazioni e denunce da parte di vittime e testimoni di casi di discriminazione.

La rapida diffusione dell’uso di Internet ha ben presto messo in evidenza i punti di debolezza della Rete stessa, in particolar modo con riferimento alla sicurezza informatica. E’ in questo scenario che nasce, con legge riforma dell’Amministrazione della Pubblica Sicurezza, la Polizia Postale e delle Comunicazioni, quale “specialità” della Polizia di Stato all’avanguardia nell’azione di prevenzione e contrasto della criminalità informatica e a garanzia dei valori costituzionali della segretezza della corrispondenza e della libertà di ogni forma di comunicazione.
Il principale sforzo operativo della Polizia Postale e delle Comunicazioni è nella direzione del continuo adeguamento della propria risposta alle nuove frontiere tecnologiche della delinquenza.

La polizia delle comunicazioni è presente su tutto il territorio nazionale attraverso i 20 compartimenti, con competenza regionale, e le 80 sezioni con competenza provinciale, coordinati a livello centrale dal Servizio Polizia delle Comunicazioni.

Polizia postale

Annunci

I commenti sono chiusi.